Parte da oggi da ogni segreteria regionale Fimmg  la richiesta ai singoli governatori di un incontro urgente per conoscere quali iniziative intendano prendere per superare lo stallo del rinnovo contrattuale.

Convocato per il 28 marzo il Consiglio Nazionale del Sindacato

 

 

Di seguito l’odg approvato all’unanimità

 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG

DENUNCIA

il perdurare dell’atteggiamento della SISAC di boicottaggio, nei fatti, del tavolo del rinnovo dell’ACN attraverso la strutturazione e la proposizione sul territorio di modelli gestionali, già falliti nell’organizzazione della assistenza ospedaliera, sintetizzabili in: 

 

·    identificazione della struttura come unica interfaccia assistenziale per il cittadino;

·     perdita della capillarità dell’assistenza;

 

·     finanziamento della struttura attraverso la depauperazione del monte retributivo professionale, senza alcun investimento regionale ai fini dell’ efficientizzazione della medesima;

·       superamento del rapporto personale con l’assistito;

 

·        cancellazione conseguente della libertà di scelta del proprio medico di fiducia;

·         superamento dell’approccio professionale dell’assistenza, sostituito da ordini di servizio burocratico-amministrativi;

 

·         subordinazione di fatto di liberi professionisti convenzionati ai quali, unici, si negherebbe anche l’esercizio della libera professione;

 

·         erosione progressiva e costante delle fonti di finanziamento a tutela della previdenza fornita ai medici dall’ENPAM.

 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG, invece da tempo

 

PROPONE

un modello assistenziale fondato su:

 

·        una rimodulazione del finanziamento orientato a dare risposte immediate ai bisogni dei cittadini;

  

·         una prossimità delle cure;

 

·         salvaguardia della libertà di scelta;

 

·         potenziamento dei supporti organizzativi, diagnostici e terapeutici del territorio.

 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG

RITIENE,

data la natura dei temi proposti, assolutamente indispensabile che essi vengano immediatamente affrontati su un tavolo che abbia competenza politico-programmatica.

 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG

DA’ MANDATO

ai Segretari Regionali di richiedere un incontro urgente col Presidente Regionale per conoscere la posizione della rispettiva Regione sullo stallo del rinnovo dell’ACN e per sapere quali iniziative intenda prendere a livello degli organi delegati nazionali, preannunciando anche le inevitabili azioni di lotta sindacale che si instaureranno, a breve, nel caso si verifichi il perdurare di tale situazione.

Il Consiglio Nazionale della FIMMG, pertanto,

PROCLAMA

la mobilitazione del Sindacato, e si impegna a portarla avanti attraverso una costante e capillare comunicazione delle motivazioni che determinano il Consiglio Nazionale e

DA’ MANDATO

al Presidente Nazionale di convocare un prossimo Consiglio in data 28 Marzo 2015 per la messa in atto delle necessarie azioni di lotta sindacale, ivi compreso lo sciopero.

EurOOH Net, Rete di Ricerca Europea sui Servizi di Continuità Assistenziale, di cui FIMMG C. A. è membro, promuove uno studio internazionale sulla "Patient Safety Culture" ovvero su come dirigenti e operatori, nelle loro interazioni, atteggiamenti e attività proteggono il paziente dagli eventi avversi che si possono verificare durante le cure.

Lo studio, che è diretto dal team del Prof.Gunnar Bondevik dell'Università di Bergen (Norvegia), vedrà la partecipazione di molti paesi europei e consisterà nella compilazione di un questionario tradotto in lingua italiana da traduttori specializzati che riguarda 6 dimensioni: clima tra colleghi, atteggiamento verso la sicurezza clinica, soddisfazione lavorativa, percezione della dirigenza, condizioni di lavoro, riconoscimento dello stress.

Lo studio è stato preceduto da una fase pilota condotta in Norvegia e già oggetto di pubblicazione: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25263763.

I risultati dello studio saranno pubblicati su una rivista internazionale di grande prestigio ma saranno disponibili anche per singoli Paesi, Aziende ULSS o semplici sedi in cui parteciperanno almeno 4 operatori.

Per il nostro Paese è una grande occasione per far emergere in modo scientificamente valido le eventuali problematiche legate a questi aspetti del Servizio.

In Italia è necessario che aderiscano almeno 700 Medici di Continuità Assistenziale ed è per questo motivo che ti invito a partecipare allo studio e a diffondere l'iniziativa ai colleghi che conosci.

Per partecipare compila il modulo che trovi a questo indirizzo Internet.

Per far partecipare altri colleghi clicca il link ''Segnala ad un amico'' presente in calce a questa pagina.

Sarà possibile aderire fino al 15 febbraio 2015.

Ribadendo l'importanza dello studio internazionale e la necessità del contributo italiano, ti ringrazio per quello che farai, certo che tutti insieme potremo concorrere ad una crescita della nostra professione.

Questo l'imponente risultato del tweetmob organizzato da Fimmg Continuità Assistenziale e Fimmg Formazione per ribadire una volta in più la necessità di tutelare il percorso formativo in medicina generale.

Non un solo settore dunque, nè un gruppo di medici, ma un'intera categoria che per ore ha instancabilmente twittato, includendo politici ed istituzioni nei propri post, riaffermando quella che è la priorità in questo momento di cambiamenti all'orizzonte per la formazione medica post-laurea: tenere fuori la formazione in medicina generale dalle aule universitarie e dalle corsie ospedaliere, evitando di prestarsi a quello che sarebbe un controsenso, cioè che un futuro medico del territorio si formi con una metodologia ospedaliera, del tutto estranea alle dinamiche che caratterizzano la Medicina del Territorio. 

Un ulteriore campanello d'allarme si è manifestato con l'assenza, all'interno della bozza del Ddl delega in materia di gestione e sviluppo delle risorse umane ex art. 22, di disposizioni in merito alla rete formativa territoriale per la Medicina Generale, inspiegabilmente dunque ignorata dalle istituzioni.

Numerosi i tweet in cui si ricorda che il percorso di evoluzione del corso di formazione in medicina generale era stato già individuato nelle #attivitàprofessionalizzanti remunerate all'interno delle aggregazioni di medici di Medicina Generale, salvo l'eliminazione all'ultimo momento del comma 14 dell'articolo 5 dalla bozza del Patto della Salute.

In tale direzione si pone il lancio della petizione sostenuta da Fimmg C.A. e Fimmg Formazione nella serata di ieri, "PRO ATTIVITA’ PROFESSIONALIZZANTI MEDICI IN FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE". Petizione che chiediamo a tutti di firmare e far firmare per continuare a dire una volta in più #valorizziAmoMG, diamo valore alla professione che amiamo, la nostra professione!  occorrono solo pochi secondi per dire #voltiamopagina e #valorizziAmoMG! Firma subito cliccando qui!

Come previsto dal vigente ACN, i medici in possesso del Diploma di Form. Spec. in Medicina Generale ed i medici equipollenti che desiderano essere inseriti nella graduatoria regionale per la medicina generale o desiderano aggiornare il proprio punteggio, devono entro il 31 gennaio di ogni anno, inviare apposita domanda all’ufficio regionale competente. Al fine di semplificare il lavoro di ricerca delle singole domande in questo post abbiamo inserito i links alle risorse utili per recuperare il fac-simile delle istanze valide per le diverse regioni.

Per le regioni (indicate dall'asterisco) che non hanno indicato uno specifico fac-simile di domanda, è possibile utilizzare il modulo in allegato al vigente Accordo Collettivo Nazionale per la Medicina Generale, per i recapiti d'invio consultare il sito internet della regione d'interesse.

CERTIFICAZIONI IN CASO DI MORTE

Constatazione di decesso: certificazione su carta semplice rilasciata qualsiasi medico (medico di assistenza primaria, medico di Continuità Assistenziale, medico 118, medico struttura sanitaria, ecc…) che constati il decesso.

Denuncia di morte (Scheda ISTAT): da compilarsi entro le 24 ore dalla constatazione del decesso, su modello originale fornito annualmente dall’ISTAT.

Certificato di autorizzazione al trasporto salma: certificazione di carattere libero-professionale, da considerarsi un atto dovuto per il medico se richiesto dai parenti al momento della compilazione della constatazione di decesso.

Accertamento di morte: certificazione la cui redazione spetta al medico necroscopo e che deve essere effettuata fra le 15 e le 30 ore dall’accertamento del decesso.

Certificato per la cremazione: compilato esclusivamente dal medico necroscopo.

 

LUOGO DEL DECESSO E MEDICO ADDETTO ALLA COMPILAZIONE DELLE CERTIFICAZIONI

Decesso in abitazione privata: la constatazione di decesso e l’eventuale certificato per trasferimento salma spettano a qualsiasi medico abbia assistito al decesso o che sia stato contattato dai parenti del defunto in seguito ad esso (medico di assistenza primaria, medico di Continuità Assistenziale, medico 118, medico struttura sanitaria, ecc…).

La denuncia di morte (scheda ISTAT) viene redatta solitamente dal medico di assistenza primaria nei giorni e negli orari previsti dalla convenzione entro le 24 ore successive al decesso.

In caso di decesso al di fuori degli orari di servizio del medico di assistenza primaria, la scheda ISTAT verrà compilata dal medico necroscopo.

Decesso in struttura sanitaria: tutti gli obblighi certificativi, ad eccezione dell’accertamento di morte (la cui redazione è a cura dal medico necroscopo), spettano al medico in servizio nel reparto.

Decesso per morte violenta o sospetta: vi è l’obbligo da parte del medico di avvertire l’Autorità Giudiziaria. La scheda ISTAT verrà compilata a cura dal medico legale.

 

OBBLIGHI CERTIFICATIVI DEL MEDICO DI CONTINUITA’ ASSISTENZIALE

Il Medico di C.A. constata l’avvenuto decesso indicando le generalità del defunto, la data e l’ora della constatazione, rilasciando certificazione su carta semplice.

Secondo A.C.N (Norma finale 8) NON rientrano negli obblighi certificativi della Continuità Assistenziale:

1)      Certificato di accertamento morte (redatto dal medico necroscopo)

2)      Denuncia di morte (scheda ISTAT) (anch’esso può essere redatto dal medico necroscopo)

3)      Autorizzazione al trasporto salma

 

 

 

Fonti:

T.U.L.S (testo unico leggi sanitarie)

Regolamento Polizia Mortuaria

 

La Guardia Medica 2014 (Antonicelli-Maio-Scotti)

Nel B.U.R.A. Speciale Sanità n. 141 del 19.12.14 saranno pubblicati gli ambiti territoriali carenti di assistenza primaria e di pediatria di libera e gli incarichi vacanti di continuità assistenziale individuati dalle ASL della Regione Abruzzo alla data del 1° settembre 2014. Entro 15 giorni dalla data di pubblicazione i medici interessati possono presentare domanda di partecipazione all’assegnazione degli ambiti territoriali carenti e degli incarichi vacanti secondo i fac-simili allegati. La domanda, in bollo, deve essere inviata esclusivamente alle A.S.L., con raccomandata a.r.

Clicca qui per i documenti

Vai alla pagina Aree Carenti 2014

Il Consiglio Nazionale della FIMMG, riunito a Firenze il 13 Dicembre 2014 Ha proclamato lo stato di agitazione della categoria.

Nel contesto dei lavoro del consiglio è stata denunciata la condizione di stallo per il rinnovo dell’Accordo Collettivo Nazionale, nonostante, per forza di legge, non preveda aumento di spesa, ma solo la riformulazione del normativo. La Legge 189/2012, cosiddetta "Legge Balduzzi", aveva previsto la conclusione delle trattative entro il 2012. 

Dopo un tardivo e sofferto inizio delle trattative, la rigidità della posizione della SISAC e del suo Coordinatore, nonché la latitanza del Comitato di Settore, favorita dalle ambiguità di comportamento del suo Presidente, le hanno, nei fatti, immediatamente interrotte. 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG, ha dato mandato al Segretario Nazionale Generale, all'Esecutivo ed alla Segreteria Nazionali di individuare e calendarizzare, fin da subito, tutti gli strumenti di contrapposizione sindacale nei confronti delle Regioni ritenuti più incisivi ed efficaci.

Clicca qui per vedere la mozione finale del Consiglio Nazionale

Sottocategorie

FIMMG CA Aderisce a:

EurOOHnet

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione